Home  |  Animali  |  Giochi  |  Salute  |  Immagini  |  Musica  |  Sfondi  |  Artisti  |  Cinema  |

 

cajosa.interfree.it - CHITARRISTI JAZZ

Chitarristi

Carvin Jones

 

 

 

CARVIN JONES TRIO (Carvin Jones chitarra e voce, Bill Troxell basso, Pino Liberti batteria) - Genere musicale - Blues

Vin Jones, texano, Carvin nasce  a Lufkin, Texas, nel giugno 1966, ha cominciato a soli undici anni ad ascoltare B.B.King dai dischi del nonno e racconta: “mi ricordo come fosse oggi il giorno in cui mia nonna mi prese per mano e mi portò al negozio di strumenti musicali al centro di Lufkin per comperarmi la chitarra”. A dare maggiore credito agli elogi di tali ‘padrini’ ha poi contribuito l’inserimento di Carvin Jones nella classifica dei migliori chitarristi di tutti i tempi stilata mensile americano “Guitarist” (la Bibbia dello strumento) nel 2001. Da 2 anni Carvin Jones band ha iniziato a girare l’Europa, spesso con Buddy Miles come ospite speciale. In questo tour il chitarrista è affiancato dal bassista Bill Troxill e dal batterista Pino Liberti. La Carvin Jones Band ha all’attivo 6 cd, l’ultimo dei quali, pubblicato nei mesi scorsi, è stato registrato dal vivo in Germania nel 2003. L’ Italia lo ha “scoperto” nel 2001 quando Jones ha partecipato al festival blues di Pistoia, in cui offrì una straordinaria dimostrazione di potenza chitarristica, sulla scia di Hendrix e Vaughan, per un rockblues d’effetto.

Mike Stern

 

Nato nel 1953, Mike Stern ha cominciato a suonare la chitarra a 12 anni sotto l'influenza blues e rock di BB King, Clapton e Hendrix. Ha frequentato il Berklee College of Music di Boston all'inizio degli anni ‘70 e frequentando gli ambienti jazz di Wes Montgomery e Jim Hall ha acquisito il suo stile distintivo.
 Nel 1976, seguendo il consiglio di Pat Metheny, suo compagno di studi a Berkeley, Stern suona per due anni con i Blood, Sweat & Tears registrando due album. Dopo un periodo di collaborazione con il gruppo di Billy Cobham ha partecipato ad una tourné con Miles Davis nel 1981 ed ha partecipato a tre album tra cui l'album di ritorno al live di Davis, We Want Miles.
 Dopo quest'esperienza Mike si è unito nuovamente a Davis nell'85 dopo un periodo di tour con il gruppo ’ Word Of Mouth di Jaco Pastorius, quindi ha lavorato con il maestro del sax soprano David Sanborn e, più tardi, con il vibrafonista Mike Mainieri e con il sassofonista Michael Brecker. Il 1986 vede Stern al suo album di debutto Upside Downside, realizzato in collaborazione con Sanborn, Pastorius e con il batterista Dave Weckl.
 Successivamente Mike è stato membro del quintetto di Michael Brecker e ha costituito un gruppo itinerante con Bob Berg, con il batterista Dennis Chambers e il bassista Lincoln Goines, e si è unito alla Brecker Brothers Band nel 1992, un gruppo che ha guadagnato crescente popolarità negli anni successivi. Nel frattempo il successo di Stern con il suo album è tanto sorprendente da fargli guadagnare il premio come miglior chitarrista Jazz dell'anno e la nomination per Is What It Is e Between The Lines.  I suoi ultimi successi - Play nel 1999 e Voices nel 2001
Joe Pass

Joe Pass (vero nome Joseph Anthony Passalaqua), nato il 13 gennaio 1929, a New Brunswick (New Jersey, USA), morto il 23 maggio 1994 a Los Angeles (California, USA), fu un chitarrista jazz.

Joe Pass viene ricordato come uno dei più grandi chitarristi jazz di tutti i tempi, non solo per la sua tecnica strabiliante e la grande conoscenza dello strumento, ma anche per le sue indiscutibili capacità improvvisative e compositive.

Larry Carlton
Larry Carlton è uno dei più rispettati chitarristi jazz-fusion. Ha iniziato nel George Shearing Quintet al posto di Joe Pass. È stato in tour con i Fifth Dimension e i Partridge Family e ha pubblicato il suo primo album solista “With A Little Help From My Friends” nel 1968. Carlton è stato influenzato da Wes Montgomery, è diventato un membro della band fusion Crusaders. Ha suonato con Joni Mitchell, Steely Dan, Paul Anka e Michael Jackson. Nel 1997 Carlton ha fondato il gruppo di smooth jazz, Fourplay. Nel 2003 ha inciso “Sapphire Blues” con Steve Lukather dei Toto, vincendo così un Grammy
Pat Metheny
Patrick Bruce Metheny, nato il 12 agosto 1954 nel Missouri, a Lee's Summit, un sobborgo rurale di Kansas City è un chitarrista jazz sin dall'infanzia. Prestissimo diventa istruttore all'Università di Miami ed alla Boston's Berklee College of Music, grazie al celebre vibrafonista Gary Burton. Dal primo album del 1975 (Bright Size Life con Jaco Pastorius), ad oggi Pat Metheny ha avuto un crescendo di consensi sia da parte della critica, ma soprattutto da parte del pubblico, anche quando ha sviluppato nuove esperienze spingendosi fino al free jazz con Ornette Coleman .È il fondatore nonché il leader del Pat Metheny Group.
John Abercrombie

Discografia

John Abercrombie è un chitarrista statunitense nato a Port Chester il16 dicembre 1944. A quattordici anni imbraccia la chitarra, studia con i maestri del jazz e nel 1962 frequenta la Berklee School of Music di Boston. Nel 1967 si unisce all'organista Johnny "Hammond" Smith e, a New York, ai fratelli Brecker.

Negli anni settanta arrivano le collaborazioni importanti: Chico Hamilton, Gil Evans, Gato Barbieri. Da leader registra il suo primo album Timeless e poi Gateway, con Dave Holland e Jack DeJohnette, duetta con il chitarrista Ralph Towner e con il gruppo di Kenny Wheeler.
Seguono prestigiose pertecipazioni: Charles Lloyd, Enrico Rava, John Surman; alternate sino a oggi a lavori con il suo trio e quartetto, reso particolare dalla presenza del violinista Mark Feldman, come nei dischi Cat 'n' Mouse e Class Trip.

Dean Brown

DEAN BROWN, chitarrista molto conosciuto ed apprezzato per il suo illustre passato di side-man. In una moderna e contagiosa dimensione funk-fusion, lo aiutano alcuni dei più prestigiosi nomi tanto in ambito jazz che fusion. Here feat  Una chitarra funk-fusion circondata da un cast di tutte stelle: David Sanborn, Marcus Miller, Michael Brecker, Bill Evans, Randy Brecker e Billy Cobham.

 

GROOVE WARRIOR"

Doug Wamble

Doug Wamble è uno dei musicisti di punta del nuovo jazz americano, originalissimo nella sua capacità di tenere viva una cultura enciclopedica in cui si fondono blues, gospel, country, folk e jazz ad un livello compositivo tale da far sembrare ogni brano un viaggio nell'inatteso. Da leader ha inciso due dischi di cui l'ultimo, “Bluestate”, nel 2005, entrambi con lo stesso eccellente quartetto, duttile e swingante.